Vuoi aggiungere l'icona al tuo desktop ?

News

La tecnica di innesto a spacco viti

Lettura 5’

La tecnica di innesto vite a spacco

Una tra le pratiche più utilizzate in viticultura è quella dell’innesto in quanto permette alla pianta di sopravvivere negli anni e quindi mantenere stabile la produttività del vigneto nel tempo.

Grazie alle varie tecniche di innesto che si sono sperimentate negli anni le viti hanno raggiunto dei livelli altissimi in termini di resistenza a parassiti e malattie, oltre che permettere la produzione di uva di ottima qualità.

L’innesto varia a seconda di tanti fattori, ecco perché la tecnica dell’innesto non è per tutti! Bisogna tener conto dell’uso che deve farsi del frutto, della tipologia, del territorio nel quale la pianta cresce. Questi sono solo alcuni degli elementi che vanno ad influire sulla tecnica dell’innesto.

Quale tipologia di vite innestare?

Nel nostro articolo parleremo della classica tecnica per innesto, utilizzata molto in Italia e solitamente per pianti con le seguenti caratteristiche:

  • rampicante
  • abituata a lunghi periodi di siccità
  • radici estese per cercare acqua in profondità
  • utilizzate per il vino
  • appartenenti alla macrocategoria delle viti selvatiche

 

Quale tecnica utilizzare?

La tecnica più comune per l’innesto della vite è la tecnica a spacco. Una tecnica utilizzata per creare dei nuovi esemplari più forti e più produttivi. La tecnica sfrutta due pezzi che sono l’innesto (marze) e il portainnesto.

Il portainnesto è la base sulla quale sarà inserito il nesto che darà vita al nuovo esemplare. Con questa tecnica si va a creare una pianta con le stesse caratteristiche genetiche di quella “madre”, ma con l’unica differenza che sarà più forte e meno soggetta ad epidemie.

 

Come si esegue un innesto?

L’innesto a spacco viene fatto prelevando da una pianta sana utilizzando le apposite forbici da pota alcuni rami detti marze per unirli ad una pianta simile. Le marze vengono lavorate con appositi coltelli da innesto in modo da eseguire un taglio obliquo.

Una volta preparate le marze si passa al portainnesto. Il portainnesto è il tronco di una pianta (ripulito dalle foglie e altri rami) che dovrà contenere le marze.

Va eseguito un taglio profondo circa 4/5 centimetri e all’interno vanno inserite 2 marze in modo tale che il taglio obliquo delle marze coincida con il taglio fatto nel portainnesto.

Una volta fatto il tutto si passa alla legatura con le rafie che sono pezzi di corda in carta o pvc adatti alla legatura. Per evitare l’attacco dei parassiti è consigliabile ricoprire il tutto con apposito mastice per innesto.

 

Quando eseguire l’innesto?

Solitamente l’innesto viene fatto tra la seconda metà di Febbraio e la prima metà di marzo. Questo tipo di innesto è molto semplice, vi raccomandiamo però di utilizzare delle marze rigogliose, in vita e piene di foglie con almeno 2/3 gemme.

 

Consigli utili

La pratica dell’innesto a spacco come dicevamo è molto semplice, si deve fare però attenzione alla tipologia di viti che si va ad innestare tra di loro.

La vite americana è particolarmente resistente alla filossera e, spesso, viene usata come portainnesto per la propagazione di nuove piante di vite europea poiché si tratta di piante appartenenti alla macrocategoria di vite selvatica e usate per la produzione di uva e vino.

Mischiare questa tipologia di vite a una varietà come quella canadese, ornamentale, non avrebbe alcun beneficio.

Scegli bene il periodo di innesto, infatti dipende molto anche dal tipo di innesto che si sta per eseguire.

Vi ricordiamo che la base obliqua delle marze e il portainnesto devono aderire alla perfezione, va fatto un taglio netto e preciso. Vi ricordiamo pertanto di utilizzare dei buoni strumenti per una riuscita ottimale dell’operazione di innesto.

Vi suggeriamo di seguito alcuni prodotti che potrebbero essere utili:

  • Coltello da innesto
  • Cesoie da potatura
  • Mastice da innesto
  • Rafia per la legatura

Questo è quello che c’è da sapere in merito alla tecnica dell’innesto a spacco. Mi raccomando seguite i nostri consigli e mettetevi subito all’opera!

I PIÙ VENDUTI
break 16073
Immagine:

Rete raccolta olive 6x12 mt. antispina rinforzata verde 80gr.

prezzo

€ 47,67

15996
Immagine:

Pompa a spalla elettrica litio lt.16 LD

prezzo

€ 74,04

Immagine:

Rastrello acciaio verniciato 16 denti

prezzo

€ 4,27

15688
Immagine:

Lattina per olio 5 litri con tappo pz.32

prezzo

€ 81,98

Raccogli il meglio
break
Bricoltura

Bricoltura è una Startup Italiana con sede a Cava de’ tirreni che nasce per offrire al cliente non semplici prodotti, ma delle soluzioni per svolgere al meglio le attività nel settore agricolo e nel giardinaggio. La sua attività è volta alla commercializzazione di piccole attrezzature per l’agricoltura e giardinaggio, seguendo tutte le lavorazioni stagionali che il lavoro dei campi offre con la massima profondità. La vision nasce nel settore core dell’agricoltura, ma si rivolge anche verso altri settori quali bricolage e tempo libero.

L’innovazione nel settore agricolo porta costantemente allo sviluppo di nuove soluzioni che permettano all’operatore maggior sicurezza con il minor sforzo. Noi di Bricoltura cerchiamo di migliorare costantemente il nostro catalogo in modo da offrire prodotti sempre innovativi e all’altezza dei nostri standard.

Grazie al lavoro dei nostri professionisti, al loro know-how più che ventennale e alla ricerca continua e costante dei migliori prodotti che il mercato offre, Bricoltura riesce a offrire sempre altissima qualità a un prezzo concorrenziale. Scegli Bricoltura e raccogli il meglio!

Vuoi ricevere novità e offerte in anteprima?

Annulla sottoscrizione